Sofia un’amica

Sofia è l’amica perfetta per le mie voglie di sesso

Quando una sera ci incontrammo per la prima volta da un’amica comune, perché era il suo compleanno, di Sofia mi ero fatto l’idea che fosse una tipa non tanto simpatica, forse anche un po’ distaccata e non desiderosa di fare conoscenza con altre persone: eppure, poi, con il tempo mi sono al contrario reso conto che questa tipa fosse invece tanto timida, e che il suo fosse quasi più un modo per difendersi che non una antipatia verso gli altri.

Con il passare del tempo, infatti, siamo usciti insieme a questa mia amica diverse volte e, pian piano, Sofia si è aperta e ha raccontato tante cose di sé: mi è apparsa come una persona quindi disponibile e gentile, sempre pronta a farti sentire a tuo agio quando meno te lo aspetti, esattamente come io immaginavo che potesse essere questa tipa veramente carina – e che sembrava voler nascondere la sua bellezza – e fin troppo poco appariscente.

Poi, questa ultima settimana le cose sono cambiate veramente parecchio, soprattutto, dopo che abbiamo bevuto insieme una sera e ci ho trascorso parecchie ore in compagnia: lei si è infatti aperta ancor di più, e mi ha detto che per ogni cosa, temeva di sentirsi a dir poco inadeguata, mai capace di esprimere al massimo il suo talento e il suo modo di essere, quasi come se fosse tutto sbagliato ciò che lei poteva pensare nella vita.

Però quando scopava sparivano magicamente tutti

Quella stessa sera la consolai un po’, le dissi che tutti quanti a volte ci siamo sentiti come lei e, quindi, che non era poi così strano questo fatto: le confidai, però, che la cosa migliore sarebbe senz’altro stata non pensarci più di quel tanto, e anzi, lasciar da parte tutte queste preoccupazioni più o meno serie per vivere il suo tempo in maniera più libera, come se tutto potesse cambiare in meglio e, soprattutto, senza picchiarci la testa.

Sofia era molto rincuorata dalle mie parole e, così, accompagnandola verso casa, mi propose di salire un attimo da lei per bere qualche cosa insieme: sembrava veramente contenta dell’idea che potessimo trascorrere un po’ di tempo insieme, e in effetti, la cosa non dispiaceva neppure a me perché come tipa la trovavo davvero molto eccitante, soprattutto con quel suo fisico abbastanza asciutto e il suo volto così espressivo.

Dopo esser finiti sul divano a bere insieme qualcosa, a un certo punto, mi feci avanti e la baciai, quindi la spinsi piano piano sul divano, e infine, mi ritrovai sopra di lei a limonarci: non aveva più voglia di aspettare oltre, e stringendomi a lei, mi ha sussurrato che voleva trombare quella stessa sera con me, perché il tempo sarebbe passato in fretta e, quindi, attendere oltre per esprimere il nostro volere sarebbe stato assurdo.

Iniziai a succhiarle per bene i capezzoli, quindi, levandole i vestiti, pian piano mi diressi fino verso la sua fighetta: ce l’aveva già un po’ bagnata, era sicuramente già eccitata, e quando la mia lingua iniziò a muoversi velocemente dentro di lei, creando vortici di piacere, non seppe più trattenersi e iniziò a mugolare, poi ansimare, e infine anche gemere, in un vero e proprio climax di piacere che esplose di lì a poco con un attacco di godimento forte.

Sofia era già venuta con i preliminari, e ormai, era pronta a tutto: non voleva che farsi trombare da me, così, le misi il mio cazzo in mano e le dissi che avrebbe potuto scegliere la posizione che le piaceva. Per tutta risposta, mi saltò sopra e iniziò a muoversi, prima lentamente poi sempre più intensamente, in un vero e proprio movimento ondoso che mi dava delle sensazioni splendide, con la sua fighetta che mi fotteva per bene.

Ero talmente eccitato e incapace di resistere al suo modo meraviglioso di trombarmi, che nel giro di al massimo cinque minuti ero già venuto dentro di lei, lasciandomi completamente andare con una sborrata che mi ha liberato completamente. Sofia mi ha quindi stretto a lei, dicendomi che le era piaciuto sentirmi sborrare dentro: le dissi che era fantastica a scopare, e che sarebbe diventata la mia trombamica preferita…

Che meraviglia la trombata di Armando, che ben si è divertito con Sofia, rendendola la donna più eccitante del web: e il suo racconto erotico amatoriale ne è la dimostrazione migliore.

Sofia un’amica piena di complessi, di Armando di Trezzo d’Adda (Milano).

Prima edizione: dicembre 2015, by Atlantia Media.

© copyright MMXV by Atlantia Media. Tutti i diritti riservati

Un pensiero riguardo “Sofia un’amica

  • 29 Aprile 2016 in 11:50
    Permalink

    Glieli curerei anche io i complessi in quel modo

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.