Confessioni erotiche

Confessioni erotiche di un cuckold

Oramai sono anni che Marika conosce la mia fantasia segreta circa l’adorazione del sesso fatto da lei insieme ad altri uomini. Amo godere guardandola negli occhi mentre ha in bocca un cazzo grosso o mentre qualcuno la sbatte al posto mio. Così, sono ben 4 anni che pratichiamo questo tipo di sesso e che ci divertiamo davvero molto con i nostri amici.

Il nostro giorno dell’appuntamento era il venerdì sera, dopo una buona pizza mangiata in salotto tutti insieme; ebbene sì, dico tutti insieme perché ho deciso di “regalare” mia moglie non solo ad un uomo, bensì a due uomini giovani  – solo di qualche anno – e grintosi che sono alla ricerca di sesso divertente e niente storie serie, anche perché Marika è solo mia, sia ben chiaro!

Così, anche quest’ultimo venerdì di agosto ci siamo incontrati nel nostro appartamento: Mario e Valerio sono arrivati puntuali come al solito, con le birre ed un mazzo di fiori per la mia signora. Dopo aver consumato le nostre rispettive pizze, ci siamo rilassati sul divano fumando qualche sigaro e sorseggiando qualche amaro. Tra una risata e l’altra, poi, siamo arrivati alle 23:00 circa e, quindi, ci siamo detti che oramai era arrivato il momento giusto, altrimenti si sarebbe fatto troppo tardi!

Quindi, invitai la mia signora ad andarsi a cambiare in camera da letto, mentre io, invece, ho spento le luci più forti per attivare quella più soffusa, ho acceso qualche candela e, infine, ho aggiunto un po’ di musica in sottofondo. Mario e Valerio, invece, si sono tolti la cinta e le maglie, rimanendo dunque solo in jeans e bermuda.

Non appena sentii lo scricchiolio della porta della camera da letto, capii che Marika era pronta per concedersi e quindi si portò avanti, piazzandosi dunque sul divano e più precisamente salì su Mario. Quindi, a quel punto, Valerio si alzò in piedi ed iniziò a spogliare lentamente Marika dal suo intimo, levandole dapprima la lunga sottana nera.

La spogliavano lentamente e me lo facevano indurire sempre di più

Era meravigliosa…le sue movenze erano delicate ed anche un po’ timide, quasi come fosse sempre la prima volta, ma amavo vederla in quello stato di eccitazione e preoccupazione contemporanea. Mario, nel frattempo, aveva messo le sue mani sul reggisseno e gli strizzava leggermente i seni; visto la difficoltà, Valerio gli sfilò anche il reggiseno, così che l’altro potesse iniziare a ciucciarle il seno. A quel punto, dunque, Valerio iniziò davvero ad eccitarsi proprio come me che avevo tirato fuori l’uccello e me lo masturbavo.

Valerio, quindi, si tolse i bermuda e gli slip, rimanendo completamente nudo ed indirizzando la testa di mia moglie le fece ingoiare il suo cazzo pulsante; per comodità, però, cambiarono subito posizione tutti e tre, e quindi la fecero sdraiare sul divano.

Valerio, sfruttando i braccioli di questo, si sedette e poi le ficcò il cazzo in bocca, mentre Mario, dall’altro estremo del divano, sfilava lentamente il perizoma a mia moglie. A quel punto, dunque, rimase completamente nuda anche lei ed io sentivo uno stato d’agitazione ancor più forte in me; per rallentare il tutto, però, avevo deciso di usare un po’ di lubrificante ritardante così da non arrivare subito al dunque.

Quindi Mario inchinò la sua faccia sulla farfalla di mia mogli ed iniziò a stimolarla succhiandole il clitoride; lei amava essere stuzzicata lì, lo vedevo da come inarcava la schiena sul divano e da come il suo respiro si faceva più forte. Nel frattempo, Valerio le spingeva sempre più forte il pisello nella gola, quasi facendola strozzare.

A quel punto, poi, Mario si mise in ginocchio ed iniziò a penetrarla nella figa ed io proprio in quel momento inizia a masturbarmi più velocemente, cercando di immaginare lo stesso piacere che poteva provare lui mentre si scopava Marika. Valerio, poi, estrasse il suo cazzo dalla bocca – anche per darle un po’ fiato e propose a Mario di penetrarla contemporaneamente.

Questa era una di quelle cose che non avevamo mai provato e, quindi, diedi il mio consenso così come la stessa Marika che però invitò entrambi a bagnarsi i piselli con un po’ di lubrificante; in questa maniera, la penetrazione sarebbe stata meno dolorosa.

Quindi, la scena dal divano si spostò sul tappeto con Mario messo sotto – visto che era quello più robusto – e Marika le si sdraiò sopra; questo iniziò a ficcarle delicatamente il cazzo nel sedere e Marika iniziò leggermente a lamentarsi, dicendo di fare più piano. A quel punto, per alleviare pure la tensione, fece la sua comparsa Valerio che le si piazzò davanti alla figa per metterle pure in quel buco un altro pisello duro.

La scena fu veramente molto eccitante e dopo averli visti entrambi dargli un paio di botte per far entrare entrambi i cazzi nei buchi, inizia ad eccitarmi sempre di più, mi diventava sempre più duro, duro e ancora duro, fino a quando non sussultai sulla poltrona ed esplosi lì sul pavimento di marmo. Intanto anche Mario e Valerio si stavano eccitando dandoci sempre più forte, mentre Marika ansimava e si dimenava tra goduria e dolore; a quel punto, poi, entrambi scoppiarono nei suoi due buchi, facendo scolare la sborra come un fiume in piena.

Era stata una di quelle serate in cui veramente tutti ci eravamo goduti lo spettacolo e, forse, io più di tutti!

 ∞

Che culo meraviglioso la troia: Alessandro lo sa bene, e si è goduto lo spettacolo e l’ha condiviso con noi con un racconto erotico mitico.

Confessioni erotiche di un cuckold, di Alessandro di Caserta

Prima edizione: settembre 2016, by Atlantia Media.

© copyright MMXVI by Atlantia Media. Tutti i diritti riservati

Taggato , , , , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

2 risposte a Confessioni erotiche

  1. Bull montatore dice:

    io sno sempre pronto ma nessuno mi chiama mai per farsi fottere la moglie

  2. Tony dice:

    Buongiorno
    Sono un quarantenne calabrese che lavora su navi da crociera come ufficiale Costa. Magari ne avete già fatta qualcuna. Mi reputo una persona abbastanza seria ma soprattutto molto riservata con priorità assoluta a educazione e rispetto reciproco. Mi piace la donna che veste bene elegante vedo non vedo. Donna di classe e insospettabile ..in una situazione con garbo e gusto!  Per i prossimi mesi mi trovo a roma…zona casal bertone, mi farebbe piacere conoscervi anche x caffe'.  Oppure anche se fate crociere potrebbe essere una cosa diversa…intrigante! Poi ci sarebbe possibilità di visitare la nave come miei ospiti piu o meno x mexxa giornsta nei porti di Venezia Savona dove capito spesso.Se dovesse nascere qualcosa deve succedere spontaneamente da entambi le parti. Le cose forzate non servono a nessuno …nulla x me è scontato come credo per voi!
    Disposto a mandare foto.
    In attesa di un vostro gentile riscontro vi auguro buona giornata
    magicoantonio@yahoo.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.