Con la mascherina più puttana di prima

La pandemia per alcuni è stata una vera catastrofe, ma per me e mia moglie è stata un esperienza indimenticabile in quanto siamo riusciti ad assaporare finalmente il massimo del piacere. Essendo una coppia scambista e nonostante i divieti, il rischio dei contagi, abbiamo conosciuto casualmente Carlo, un uomo 35enne, alto, magro, fisicamente ben messo con il quale all’interno del supermercato dove eravamo andati a fare acquisti è nata un’eccitante storia.

Anna mia moglie è una bella 53enne, fine, sensuale, fisicamente attraente per cui attira facilmente su di sé le attenzioni maschili. Io Sergio sono un uomo normalissimo come tanti alto 1,73 snello, bruno, 63enne, sono perfettamente consapevole del fatto che mia moglie venga fatta oggetto di attenzioni particolari, del resto essendo una gran bella donna, è normale attragga gli uomini. Ebbene  eravamo all’interno del supermercato dove in fila attendevamo il nostro turno alle casse, quando davanti lei c’era un uomo che vedendo mia moglie ha dato la precedenza e, Anna, sorpresa dalla sua gentilezza si toglie un attimo la mascherina ringraziandolo.

Paghiamo regolarmente ed uscendo fuori mia moglie si ferma con me per ringraziare quel tipo, il quale uscendo ci vede e si avvicina.  Anna lo ringrazia e lui  togliendosi la mascherina si ferma a parlare con noi. Tra  ringraziamenti vari, occhiate insistenti, si instaura una piacevole conversazione e incamminandoci insieme parliamo presentandosi a vicenda con i nostri nomi.

Carlo dice lui di chiamarsi e fissa mia moglie con crescente insistenza, la quale a sua volta sembra accettare piacevolmente la sua presenza. Naturalmente inizia un’eccitante situazione, e così nasce un’amicizia nuova, al punto che dopo una buona mezz’ora ci fermiamo per salutarci e scambiamo con lui i numeri dei cellulari in modo da poterci sentire in seguito. Tornando a casa, vedo Anna alquanto assorta e le chiedo  cosa stia pensando.

Lei sorridendomi: carino Carlo; hai visto quanto è gentile? La guardo intensamente e le chiedo : scommetto che ci hai fatto un pensierino, non è così? Dopo diversi anni di matrimonio ci conosciamo molto bene io e lei, solitamente, ci confidiamo tutto non abbiamo segreti e forse è questo il segreto della durata della nostra unione, per cui lei annuendo dice: interessante credimi!!..

Come ti conosco rispondo io deciso, non mi sfugge niente di te. Sai benissimo come la penso al riguardo, le dico intuendo il suo pensiero e avvicinandomi sottovoce le sussurro : ti piacerebbe conoscerlo meglio, vero ? Lei annuendo : ne saresti geloso ? Di rimando le dico : potrebbe rivelarsi un’amicizia interessante, non credi ? Anna sorride maliziosamente e baciandomi lingua in bocca : dici davvero o stai scherzando ? No..no è la verità giuro, mi stuzzica l’idea che possa piacerti.

Passano alcuni giorni, quando mentre stiamo pranzando suona il cellulare di Anna, lei guardando il display annuisce e fissandomi esclama : è Carlo!! Risponde con voce alquanto emozionata salutandolo ed ascoltando ciò che dice. Mentre ascolta guarda me continuamente, poiché la guardo incuriosito e facendomi segno con il dito di non far rumore lo mette in vivavoce. Sai mi piacerebbe incontrarvi siete una bella coppia, mi farebbe piacere uscire con voi. Mentre ascolto con mia grande eccitazione, quello che dicono fisso intensamente mia moglie e le faccio segno di si con il capo.

Lei sempre più sconvolta non sa cosa dire, ma incitata da me risponde che potremmo vederci ma continua dicendogli: devo parlarne con mio marito Sergio. Va bene! Esclama lui deciso, parlatene e fatemi sapere. Quando chiude la conversazione avvicinandosi dice: hai sentito cosa diceva? Certo ho ascoltato ogni sua parola è chiaro che gli piaci e che ti corteggia. Anna visibilmente turbata non sa cosa dire, mi fissa intensamente ed io ancora più deciso le propongo di frequentare quel tipo, voglio vedere fin dove potrà spingersi.

Lei annuendo : gli ho detto che devo parlare con te prima di dargli una risposta, quindi adesso cosa devo dirgli? Che per me non vi sono problemi, possiamo  vederci quando vuole!! Anna fissandomi: sei sicuro ? Guarda che ti assumi una responsabilità! Ne sei convinto? Sì ne sono perfettamente convinto; sai bene come la penso al riguardo, ormai dopo diversi anni mi conosci bene. Certo lo so!! Ma voglio essere sicura che poi non recrimini se come immagino ci ritroveremo ad assaporare un’esperienza trasgressiva.

Dopo diversi giorni decidiamo di incontrarlo per uscire insieme tutti e tre. Carlo la guarda voglioso ed allo stesso tempo guarda me come volesse dirmi qualcosa ma rimane in silenzio. Seduti in auto indossiamo tutti e tre la mascherina. Anna è seduta accanto a me che guido lui sul sedile posteriore che mi scruta attraverso lo specchietto retrovisore. Ci fissiamo intensamente io e lui. Il mio sguardo è carico di emozione in quanto mi rendo perfettamente conto che lui è interessato a mia moglie, la quale consapevole del mio stato d’animo sembra accettare piacevolmente quel tipo di situazione e si mostra sempre più disponibile nei confronti di lui.

La giornata è piovosa i vetri sono appannati il cielo grigio decido d’improvviso di fermare l’auto in un luogo fuori mano, lontano dalla strada principale e mi dirigo lungo un sentiero che porta in uno spiazzo alberato e poco frequentato, dove mi fermo con la scusa di fumare una sigaretta, ma con mia moglie consapevole che quella è una scusa per provocare Carlo. Parliamo del tempo mentre fumiamo e lui sporgendosi verso mia moglie con la mano le accarezza il viso con me in silenzio che non dico una sola parola mentre mia moglie emozionata lo lascia fare, facendogli capire apertamente che ci sta.

In pochi istanti lo vedo posare il viso su quello di lei, togliendole la mascherina la bacia voglioso. Anna non dice niente ma si gira per cambiarlo a sua volta e così inizia un eccitante scambio di effusioni tra loro due. Sono veramente eccitato giuro! Mi guardo intorno sperando non vi sia nessuno mentre loro due continuano a baciarsi vogliosi e lui le dice di passare dietro con lui. Mia moglie sconvolta ma vogliosa mi guarda come per dirmi che faccio? Ed io a mia volta guardando intorno le dico che sembra un luogo tranquillo.

Lei apre lo sportello e scivola giù raggiungendo Carlo sul sedile posteriore dove iniziano a toccarsi, baciarsi a vicenda assaliti da una libidine bestiale. Dallo specchietto li vedo uno abbracciato all’altra e sempre osservandomi intorno rimango in silenzio nel sentire i loro gemiti sempre più intensi avendo lui infilato le sue mani tra le gambe di Anna completamente preda del desiderio . Oh.!! Sento lei ansimare baciandolo vogliosa mentre la sta  palpando sui seni. Sei stupenda le sussurra sottovoce e lei gemendo : oh sì bravo fammi godere che ho voglia!!!

Ho il cazzo duro come una pietra per l’eccitazione nel sentirle dire a quel modo. Sono consapevole del ruolo che sto rivestendo in quei momenti, Carlo sempre più infoiato ha intuito che può spingersi ben oltre infatti si tira giù la cerniera dei pantaloni e le chiede di tirarlo fuori perché ha voglia e lei sconvolta inizia a masturbarlo oscenamente consapevole che io possa guardare dallo specchietto. In verità non solo la vedo, ma la sento gemere vogliosa mentre glielo prende in bocca e lo succhia alla grande.

Oh brava esclama lui stravolto mugolando di piacere, sei favolosa giuro! continua così che mi piace da morire ci sai fare!!!  Mentre mia moglie è tutta presa dal suo membro lui mi guarda dicendomi: che troia tua moglie!!! Io sconvolto: sì hai ragione è proprio una troia, ma ne sono felice in quanto mi eccita terribilmente vederla così!!! Ah!!! Capisco sei uno di quei mariti che godono nel vedere la moglie con altri? Sì non mi vergogno a dirlo, mi piace e godo al pensiero che anche lei possa godere al massimo.

La sento  mugolare vogliosa lo spompina alla grande e sempre più eccitata gli dice che ha voglia e gli chiede di scoparla lì sul sedile posteriore davanti ai miei occhi. Carlo non se lo fa dire due volte e le dice deciso: adesso ti accontento e le sfila lo slip lungo le caviglie mentre lei lo aiuta a sfilarsi i pantaloni. Non credo ai miei occhi giuro! Anna nuda dalla cintola in giù gli sale a cavalcioni sopra e se lo fà infilare in figa senza alcun pudore, consapevole di non avere alcuna protezione geme di piacere nel sentirselo affondare dentro per intero.

La vedo girata di spalle abbracciata a lui che si muove oscenamente contro per meglio sentire quel grosso cazzo dentro di lei e con colpi di reni violenti lui la chiava intensamente facendola rantolare vogliosa e preda di una libidine  tremenda. Sono senza parole giuro! Non avevo mai visto o sentito Anna godere a quel modo il cuore mi batteva forte mentre lui infoiatissimo la stava sfondando di brutto.

Guardala!! Guardala come gode, ti eccita vederla così? Mi chiede mentre la possiede poderosamente. Non so dire per quanto tempo siamo rimasti fermi in quel luogo ma credo almeno un paio di ore con lui sempre più infoiato a chiavarla senza mai fermarsi con una intensità davvero sconvolgente, e confesso che non riuscivo a staccare lo sguardo da quella scena talmente eccitante vedendo Anna sobbalzare vogliosa sopra di lui, sentendosi affondare quel grosso cazzo tutto quanto fino in fondo.

Mi tremavano le gambe nel sentirla mugolare non immaginavo potesse lasciarsi andare a quel modo, stretta contro di lui lo incitava a chiavarla forte perché le piaceva farsi dilatare la figa a quel modo. Senza accorgermene mi sono ritrovato a masturbarmi mentre la sentivo ansimare forte preda di un orgasmo devastante con lui che inarcandosi le scaricava dentro delle bordate copiose di sperma. Sono rimasti attaccati a quel modo diverso tempo.

Mia moglie lo sentiva riempirla e gemeva di piacere lasciandosi baciare lingua in bocca. Scivolando lentamente mi ha chiesto dei fazzolettini per ripulirsi e lui stravolto in viso a sua volta quando mia moglie gli ha dato i fazzolettini ha iniziato a ripulirsi. Anna visibilmente sconvolta ma appagata da quella scopata scivola nuovamente fuori raggiungendomi e quando si accorge che ho il cazzo in erezione senza dire una parola si china su di me ed inizia a leccarmelo facendomi raggiungere un orgasmo violento con schizzi che inghiotte e deglutisce ripulendo ogni goccia che scivola lungo il mio cazzo.

Ho goduto intensamente come non mai per l’eccitazione dovuta anche alla presenza di lui il quale rivestito velocemente  ci osserva silenzioso.

Un’esperienza quella che difficilmente potremo dimenticare in quanto è stata la prima volta in assoluto che mia moglie si è lasciata venire dentro senza preservativo.

Ma essendo in menopausa sapevamo bene di non correre alcun rischio di gravidanza indesiderata, anche se il rischio è stato quello di farlo con una persona quasi sconosciuta di cui con sapevamo niente se non quello che lui ci aveva raccontato. Da quel giorno è stato un susseguirsi di emozioni in quanto lei ha voluto ancora riprovare quel tipo di esperienza con altri uomini.

Con la mascherina più puttana di prima, di Sergio di Napoli

Prima edizione: dicembre 2021, by Atlantia Media.

© copyright Atlantia Media. Tutti i diritti riservati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.