Una gnocca seminuda

Lei era la sorella di un mio amico

La scorsa settimana, mi aggiravo per il corso a fare dello shopping post-natalizio, e nel fare avanti e indietro tra i negozi, mi son accorto che c’era una tipa particolarmente affascinante che stava aspettando una sua amica che era appena entrata in un negozio: e guardandola bene, mi son accorto di quanto fosse veramente bella questa ragazza, e di quanto mi facesse venire voglia di finire a letto con lei già il semplice fatto di guardarle quelle splendide gambe.

Così, avvicinandomi a lei con la scusa di chiederle se avesse una sigaretta, che per puro caso aveva, ho scoperto una cosa abbastanza assurda: in realtà, lei mi conosceva già, e anzi, mi stava già domandando quali fossero i miei piani per la giornata. Io le chiesi come potesse conoscermi e, lei, per tutta risposta mi disse che era la sorella di Giovanni, un mio amico che da un po’ di tempo non avevo più incontrato, e con il quale avevo fatto le scuole superiori.

Le dissi che non sapevo che lui potesse avere una sorella tanto figa: senza indugiare più di quel tanto, lei mi disse che allora mi avrebbe fatto ben vedere quanto, oltre ad essere figa, ci sapesse pure fare a letto. Senza aspettare la sua amica, mi prese per mano e mi disse di andare con lei all’auto: prima di partire, fece uno squillo alla sua amica, dicendole che doveva andare a casa un attimo perché sua madre aveva un problema, e che si sarebbero riviste dopo un’ora per pranzare insieme.

Partimmo subito verso casa, e considerando che in quei giorni non c’era nessun altro con lei, appena arrivati, capii che era un’occasione incredibile per trasgredire e trombare con questa tipa già nel salotto di casa sua. Così, poco dopo essere entrati, ci siamo lanciati letteralmente sul divano, e in preda al desiderio, levandoci con foga i vestiti di dosso, ci ritrovammo già belli che nudi, pronti ormai per dare libero sfogo ai nostri desideri erotici su quel comodo giaciglio per amanti.

E a letto era a dir poco divina

Ci siamo quindi tuffati in un appassionante gioco di preliminare, prima io con la sua figa tra le mie labbra, quindi lei con il mio cazzo in bocca, e per finire, un magnifico 69 in cui ci siamo avventurati alla scoperta del piacere reciproco, con succhiate e leccate, mentre io, oltre a darmi da fare con la lingua, le infilavo pure un bel dito in culo, per farla eccitare di più e farla lasciare andare, con il risultato che il suo gemito è diventato sempre più forte, finché poi è pure venuta sul divano.

Lei aveva già tutta la figa bagnata, e ormai, essendo pronta a trombarmi per bene, si è alzata e ha preso posto su di me, infilandosi il mio bel cazzo dentro di lei: poco dopo, iniziando a montarselo con intensità, mi ha subito fatto capire come sarebbe stata bella la nostra avventura erotica, considerando le meravigliose sensazioni che la sua figa mi regalava, ogni volta che dopo esser arrivata fino al mio bacino, risaliva tutto il mio cazzo fino alla cappella, per poi ridiscenderlo lentamente.

Quando le ho proposto di voltarsi, e di trombarmi al contrario, lei non si è fatta pregare, ed è stato un vero spettacolo il momento in cui le sue belle grandi labbra si sono inghiottite divinamente la mia cappella, facendola sparire in quel bel buco umido e morbido, dove tutto il piacere del mondo si annidava, e dove non era certo possibile uscirne senza essere venuti, magari anche in modo insolito, svuotandomi le palle di tutto quel seme che voleva liberarsi alla fine di un’avventura così intensa.



Vederla farsi sfondare la sua figa dal mio cazzo, in quel modo, mi eccitava e mi faceva desiderare che si desse in modo più intenso alla nostra scopata, facendomi provare delle emozioni ancor più forti, facendo scivolare la sua figa ancor più a lungo su di me, finché mi ha fatto venire, e dal mio cazzo colava un po’ di sborra, mentre lo stesso era inghiottito dentro la sua figa, con lei che subito dopo si è fermata a metà del mio uccello, tenendolo dentro di lei.

Siamo rimasti per qualche istante in quella posizione, così eccitante e meravigliosa, soprattutto per me che potevo ammirare quella meravigliosa figa e quel culo così ben curato, liscio, che ho preso a schiaffetti per la soddisfazione di come mi aveva scopato…

Ivan si è lasciato andare per bene con questa gnocca meravigliosamente seminuda: vogliosa e provocante, gli ha regalato tutte le emozioni ideali per vivere una storia di sesso in modo indimenticabile.

Una gnocca seminuda, di Ivan di Arona.

Prima edizione: dicembre 2015, by Atlantia Media.

© copyright MMXV by Atlantia Media. Tutti i diritti riservati

Taggato , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Una risposta a Una gnocca seminuda

  1. Alex dice:

    Belle foto amatoriali di una sexy ragazza con gli occhi azzurri e il corpo perfetto. Selfie amatoriali per soddisfare la nostra voglia di vedere nell’intimo una tipa che potrebbe 2332 essere la donna della porta accanto, una figa al cento x cento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.