Un lungo bagno caldo

Il relax della domenica con lui

E’ domenica mattina. Sono le 9:00 circa e mi sono svegliata da poco con a fianco il mio uomo…Angelo, uno splendido ragazzo di 27 anni, moro e con una tartaruga da fare invidia. Ci siamo conosciuti qualche anno fa, ma siamo quasi subito andati a vivere insieme perché entrambi siamo due fighi pazzeschi e ci piacciono le cose vive e forti.

Lui, ora, dorme senza slip – sì non è estate ma in casa nostra si sta bene anche così – ed io gli sono così vicino che non posso fare a meno di guardalo e ripetermi quando è bello. Ma tutta questa insistenza mi fa eccitare e pensare che quel suo bel cazzo è in grado di farmi sognare. Così, decido che ho voglia di lui, prima ancora di fare colazione e mi metto a giocare con il suo cazzo leccandolo dapprima lentamente e poi infilandomelo in bocca.

Non appena succhio la prima volta, lui si sveglia e mi sorride; un sorriso di quelli compiaciuti ed allo stesso tempo vogliosi che proseguissi in quello che stavo facendo.

Così non mi feci pregare più volte ed iniziare a fargli una pompa colossale, giocando pure con i miei seni e massaggiandogli il cazzo tra le mie tette. Lui è già eccitato, ma faccio di tutto per non farlo subito andare in estasi e quindi afferro dal cassetto il lubrificante ritardante e glielo massaggio con i miei seni.

Nel frattempo mi sono piazzata sopra di lui, a 69 per intenderci, ma ancora non ho levato nulla, sono con la sottoveste ed il perizoma a filo che lascia intravedere la mia passera pelosa e vogliosa. Lui, quindi, decide di mordermi una chiappa e poi la mano inizia a farmi un massaggio assai eccitante intorno alla vulva, fino a quando non decide di mettermi dentro due dita. Insomma, voleva farmi godere ed io stavo godendo insieme al suo grosso cazzo viola.

Un bagno di quelli eccitanti

Allora, gli dico di fermarci e di andare nella nostra vasca idromassaggio per rendere tutto ancor più bello. In realtà la vasca era già piena d’acqua, perché senza dirgli nulla l’avevo già avviata per un bagno caldo e indimenticabile.

Mi spoglio ed entriamo entrambi nella vasca da bagno; io mi siedo subito su di lui e cerco il suo cazzo tra le mie gambe. Una volta trovato, lo porto alla mia figa e cerco di montarlo nei migliori dei modi; lui, intanto mi bacia i grossi seni e me li mordicchia pure. Così da li a poco iniziamo attiviamo l’idromassaggio con getto ed iniziamo a fare l’amore. L’acqua è tiepida, ma sento il suo cazzo bollente nella mia figa che inizia a palpitare, così mi sposto e gli dico di aspettare ancora prima di sborrarmi addosso perché ho voglia del suo cazzo in culo.

Era la prima volta, ma una mia amica mi aveva detto che dovevo assolutamente provare, perché era troppo eccitante e divertente fare sesso nel culo. Così, lui mi fece abbassare e mi iniziò a spingere lentamente la sua cappella sul mio buco del culo, dopo aver bagnato per bene la zona.

Non appena riuscì a penetrami nel sedere lo sentii molto preso, tant’è vero che con una mano mi afferrò un seno, mentre l’altra me la mise sul fianco, iniziando il tipico movimento da scopata. Angelo godeva come un porco e voleva che godessi anch’io, così afferrò la mia papera vibratore ed attivandolo me lo piazzò proprio tra le gambe, per farmi godere come una porca.



La penetrazione nel culo continuò per qualche minuto e poi mi sborrò dentro. Sentii un calore e non appena tolse il suo cazzo la sborra colava dal mio buco del culo. Ebbene sì, posso dire che questo bagno è stato davvero caldo e spero di poter cavalcare nuovamente il suo bollente cazzo in culo e nella mia pelosa patata.

Una bella giornata di relax e tutta la voglia di godere di una tipa che non si ferma di fronte a nulla: ecco quindi il racconto erotico di Serena, una tipa vogliosa e calda come poche.

Un lungo bagno caldo, di Serena di La Spezia.

Prima edizione: aprile 2015, by Atlantia Media.

© copyright MMXV by Atlantia Media. Tutti i diritti riservati

Taggato , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.