Scambio di coppia

A Padova abbiamo fatto uno scambio: e che coppia abbiamo trovato!

Io e Fabio siamo spesso soliti andare nei localini dove si pratica lo scambio di coppia; questa cosa ci eccita moltissimo, soprattutto quando notiamo che il rispettivo partner si diverte con lo sconosciuto o la sconosciuta del caso.

La volta in cui siamo recati a Padova è stato direttamente su appuntamento, fatto online tramite una chat che aveva stuzzicato la curiosità di Fabio e così, senza pensarci molto, prendemmo appuntamento per la cena a casa di Eleonora e Federico. I due si dimostrarono molto ospitali, ma soprattutto lei era davvero un’ottima cuoca: ci fece trovare la pizza fatta in casa – si fatta direttamente da lei, perché diceva che essendo intollerante ai latticini preferiva farsela a casa con la sua mozzarella – e noi portammo il dolce, delle tartellette con crema e fragole…una vera delizia!

Terminata la cena, Eleonora ha iniziato a creare la giusta atmosfera in salotto, lasciando le luci soffuse ed aggiungendo qualche candela profumata in ogni angolo della sala. Da lì a poco si iniziò a percepire un leggero profumo di rose che, devo dire, gradivo molto poiché non era eccessivamente intenso.

Nel mentre io e suo marito chiacchieravamo con Fabio riguardo le esperienze di scambio di coppia, facendo notare che noi solitamente conoscevamo la gente direttamente nei locali e poi al secondo incontro si procedeva con l’appuntamento hot. Questa volta, infatti, era qualcosa di diverso, ma la coppia che avevamo trovato non era davvero niente male, sia per i modi di fare che esteticamente parlando.

Il suo cazzo duro tra le gambe

Dopo un po’ di chiacchiere per conoscerci tutti un po’ meglio, si è passati all’azione, spogliandoci quanto meno delle calzature che non erano certamente molto comode sopra ad un divano. Dopodiché, Federico si mise a sedere direttamente a fianco del mio Fabio ed invitò me e sua moglie a sederci su di loro.

Entrambe per quella serata avevamo scelto di indossare un abito – manco ci fossimo messe d’accordo – e così senza perdere molto tempo, dopo chiacchiere e qualche bicchierino di prosecco, passammo all’opera.

Lui m’iniziò a sbottonare i tre bottoni in cima del mio abito e butto il suo viso a capofitto sulle mie tette, iniziandole a baciare e leccare. Fabio, nel mentre, aveva infilato le sue mani sotto l’abito di lei e, pure lui, aveva puntato al seno, andando a slacciare il suo reggiseno, per poterle toccare meglio i capezzoli e farglieli diventare turgidi.

A quel punto mi concentrai pure io sul mio “interlocutore” e con la mani gli sfilai la polo, cercando poi di infiltrarmi direttamente nei suoi pantaloncini larghi (credo scelti appositamente per stare comodo quella sera). Anche Eleonora passò alle parti basse di Fabio e non ci mise molto ad afferrargli il cazzo ed iniziarlo a masturbare; dopodiché, vedendo che non era abbastanza comoda per il suo lavoretto, si mise sul fianco di Fabio, tirò completamente giù i suoi slip e pantaloni ed iniziò a ciucciarglielo.

Io e Federico, invece, eravamo comunque abbastanza presi giacché continuavo a strusciargli la mia figa bollente – ancora coperta – sul suo cazzo duro che sentivo tra le gambe. Da lì a poco, però, lui mi prese in braccio e mi appoggio delicatamente sul tappeto – era uno di quelli grandi e morbidi – e mi alzò l’abito, discostando con le dita le mie mutande di pizzo. Io, con un occhio ho intravisto che Fabio seguiva perfettamente tutte le fasi del mio piacere e, anch’io non potevo fare a meno di constatare che il pompino che gli stava facendo Eleonora non era davvero niente male.

Sesso anale e sesso orale sul tappeto

Federico mi mise la sua testa tra le mie gambe ed iniziò a succhiarmi il clitoride più forte che poteva; a quel punto non ho potuto fare a meno di iniziare a gemere e così, lui, ha sfoderato il suo cazzo dagli slip e me lo ha infilzato sino in gola, muovendosi su e giù come se fosse già nella mia figa.

Fabio, intanto, non voleva essere da meno e così a iniziato a sbattersi sua moglie nel culo, massaggiandole in ogni istante il clitoride con il suo grosso pollice e mettendogli pure due dita nella figa per scuoterla ancor di più. Ora anche Eleonora iniziava a godere come una porca, proprio come a me. Io, lì sul tappeto, sentivo che la mia figa era super bollente e pronta per “ingurgitare” un cazzo duro e così riuscii a liberarmi dalla sua presa e lo lascia scivolare sull’altro lato del tappeto, saltandogli letteralmente addosso sul cazzo. Lo penetrai così velocemente che sembra basi come se il suo cazzo e la mia figa fossero l’incastro perfetto.

Una cascata di latte caldo

Proseguimmo le nostre trombate separate fino a quando entrambi non ci sborrarono addosso: Federico sulla mia pancia e sui seni e Fabio sul culo e la passera di lei. Dopo il divertimento, entrambi i proprietari di casa ci invitarono a fare un bagno nella loro vasca idromassaggio, mentre loro avrebbero usufruito del bagno al piano di sopra, dove vi era la doccia. Dato che non eravamo al top per uscire così ne abbiamo approfittato concedendoci un bagno, veloce, ma comunque rilassante.

Io e Fabio, peraltro, ne abbiamo pure approfittato per una scopatina veloce, gli sono montata su e l’ho fatto godere nuovamente. Alla fine del “giro” gli ho chiaramente detto che il suo cazzo era sicuramente migliore di tutti gli altri cazzi che avevo provato sino ad oggi. Ad ogni modo, la coppia di Eleonora e Federico non è davvero niente male!

Anche Melissa si è goduta una bella parentesi di piacere con uno scambio di coppia indimenticabile: e il racconto erotico di questa avventura è davvero coinvolgente.

Scambio di coppia molto eccitante a Padova, di Melissa di Abano Terme.

Prima edizione: agosto 2015, by Atlantia Media.

© copyright MMXV by Atlantia Media. Tutti i diritti riservati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.