Le calde cosce di Laura

Laura era diventata più eccitante che mai

Era da tantissimo tempo che non vedevo più quella bella fighetta di Laura, cugina di un mio vecchio amico, che non era molto attizzante in passato ma che ora, dimagrendo un po’, si è fatta veramente interessante.

L’occasione per rivederci è stata la scorsa settimana, che era il compleanno di questo mio vecchio amico, e dato il bel caldo dell’estate, ci ritrovavamo tutti all’aperto a brindare, presi dall’euforia e dalla voglia di festeggiare alla grande.

Così, quando l’ho vista arrivare vestita con quella sua camicetta leggera, con quei sandali e quei piedi ben curati, e l’occhio mi è scivolato sulle sue gambe, mi son accorto che aveva un bel paio di legging grigi che le stringevano perfettamente le cosce.

E quando ho notato il suo interno coscia così provocantemente liscio e bello tonico, mi è venuto subito un groppone alla gola, perché mi immaginavo già con la testa tra le sue gambe, con tanta voglia di esplorare il piacere con lei.

Così, mentre gli altri invitati si ingozzavano a più non posso tra dolci, stuzzichini e bicchieri, con Laura abbiamo iniziato a parlare, e lei si è accorta che la guardavo in modo insolito, pieno di desiderio, come mai avevo fatto in precedenza.

Mi disse che avrebbe voluto cambiare un po’ le cose in casa sua e, mentre il cugino si avvicinò a noi per parlare, mi disse di andare con Laura a vedere come era stato rifatto il suo soggiorno, per capire al meglio quali fossero le idee della giovane.

Quell’istante trascorso da solo con Laura

Dopo aver visto e rivisto le nuove poltrone e il divano, Laura mi diceva che avrebbe voluto prendere qualche spunto anche guardando le stanze ai piani superiori, e così salendo le scale, mi son accorto ancor meglio di quanto fosse attraente.

Il suo bel culo era fasciato in un bel paio di legging, aveva un bel perizoma, ma la camicetta leggera e setosa creava un intrigante gioco di trasparenze, e mentre camminava, mi accendeva sempre più il desiderio, tant’è vero che me ne stavo dietro di lei a una certa distanza.

Distraendomi per rispondere a un messaggio arrivato sul cell, non mi ero accorto che si era fermata sulle scale e, così, son inciampato su di lei appoggiandomi sul suo bel culo e facendola cadere, senza che si facesse comunque male a causa della caduta.

Dopo essersi messa a ridere di gusto, e guardandomi meglio con quei suoi occhi marroni profondi, e con un sorriso pieno di desiderio, si è voltata verso di me per baciarmi, e non ho saputo resistere alla sua iniziativa, prendendo a limonare con lei.

Rialzandoci dalle scale, ci siamo ritrovati in pochi istanti nella camera del cugino e, lì, l’ho letteralmente buttata sul letto, spingendola, senza che si opponesse e anzi dimostrasse tutta la sua voglia incitandomi a farla sentire viva e piena di passione.

Nella stanza di suo cugino a trombare con lei

Dopo averle levato i sandali, leccato dolcemente i piedi e sfilato reggiseno e camicetta, ho preso ad accarezzarle dolcemente i capelli, guidandole l’indice sinistro alla sua bocca, per poi ribaciarla e stringerla a me, cercando con passionalità i suoi legging, levandoli, e arrivando con le dita a giocare attorno alle sue grandi labbra.

Una volta levato il perizoma, ho preso a leccarle dolcemente l’interno cosce, le sue grandi labbra, e quindi anche attorno al suo ano, sentendola gemere sempre di più, desiderosa di abbandonarsi a tutte le mie attenzioni, e di sentirsi veramente voluta.

Con il mio pollice e l’indice, mi son fatto strada nella sua figa, giocando amabilmente e sentendola sempre più calda e bagnata: dopo averla leccata e succhiata con decisione, mi son quindi concentrato di nuovo sul suo interno cosce, provocandola con morsi e succhiandola.

Laura era ormai giunta al massimo del desiderio e così, adagiandosi comodamente sul letto, ha cercato il mio cazzo senza esitazione, e trovandoselo duro già in mano, ha preso a spompinarmelo giocando a succhiarmelo in punta e a farla scivolare tra le sue labbra, come fosse un leccalecca.

In un paio di minuti, con tanta passione, mi ha fatto venire tra le sue labbra, facendola soddisfare ancor di più col mio seme: a quel punto, lasciandosi prendere in braccio, si è sistemata a pecorina e, vogliosa, mi ha implorato di riempirla di piacere.

Con il cazzo voglioso e ormai pronto a resistere a lungo, mi son fatto strada tra le sue grandi labbra, sentendole caldissime e bagnate, e pronte a sfregare così amabilmente attorno alla mia cappella, facendomi sentire in paradiso ad ogni movimento …

Con la mia lingua costantemente in bocca, Laura mi ha chiesto di fermarmi e, quindi, ha preso lei il comando del gioco: con il mio cazzo ormai infuocato, era lei a sbattere rumorosamente il suo culo sul mio bacino, fottendomi il cazzo con una passione unica e venendo a più riprese mentre la sgrillettavo sul clitoride.

Dopo un quarto d’ora di estasi, mi sentivo la cappella stretta dal godimento, e lasciandomi andare alla sua ultima spinta, le ho riempito la figa di sborra, sentendomi solo desideroso di bere con lei dello champagne…

Rivestendoci in fretta e risistemandoci a dovere, abbiamo ripreso a guardare i mobili in salotto, mentre qualche invitato stava risalendo andando in cerca del bagno: senza che qualcuno si accorgesse della nostra assenza, ci scambiammo di nascosto i numeri, tornammo tra gli altri, promettendoci di ritrovarci per nuove avventure.

Il nostro amico Pat non poteva che godersi un’avventura così hot con la sua trombamica Laura, sempre pronta a regalargli momenti di piacere così travolgente: continua così e condividi con noi nuovi racconti erotici appassionati.

Altre storie di sesso scritte da Pat:

Le calde cosce di Laura, di Pat di Verona.

Prima edizione: aprile 2015, by Atlantia Media.

© copyright MMXV by Atlantia Media. Tutti i diritti riservati

Taggato , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Informazioni su Pat

Son un giovane di 22 anni ed abito a Verona: amo condividere con gli altri le mie avventure erotiche. Date un'occhiata al mio profilo, perché troverete sempre nuovi racconti :) Buona lettura a tutti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.