B – guida al bukkake: come spassersela tra tanti cazzi

Le sborrate più clamorose, quelle belle abbondanti che finiscono per ricoprire interamente la tipa coinvolta in quel piacevole esercizio che è il bukkake, non possono evidentemente lasciare indifferenti gli uomini: tuttavia, non basta fare una sborrata in faccia alla propria tipa, oppure sui capelli, per dare vita ad un episodio di quella che viene considerata un’antica usanza giapponese, riportata in auge dalla cinematografia hard.

Per definizione, infatti, un episodio di bukkake può avere luogo soltanto dal momento in cui siano diversi gli uomini coinvolti nell’atto della sborrata, meglio se la stessa avvenisse poi in maniera abbondante: tuttavia, per raggiungere questo clamoroso orgasmo di gruppo, dove le eiaculazioni possono avvenire contemporaneamente o una dopo l’altra, è importante individuare un modo preciso per vivere questa forma di erotismo nel modo giusto.

Ma andiamo per ordine e, nelle prossime righe, cerchiamo di individuare meglio quali possano essere le considerazioni preliminari da fare affinché si possa vivere l’esperienza del bukkake come qualcosa di autenticamente eccitante e coinvolgente, capace di lasciare il segno in chi si lasci andare a queste fantasie a dir poco stravolgenti, capaci di lasciare il segno tanto in chi dona la sborrata e in chi la riceve piacevolmente.

B come… bukkake: una guida per scoprire come eccitarsi col bukkake

Simbolo di prestanza e di fertilità, una sborrata è indubbiamente l’atto finale per il godimento maschile: per questo motivo, è molto importante che lo stimolo precedente al raggiungimento della sommità del piacere sia intenso, travolgente, capace di far esplodere letteralmente i coglioni del protagonista della sborrata, creando in lui una sensazione intensissima di attesa, quasi di liberazione del piacere da un momento all’altro.

Per far sì che ciò avvenga, vivendo il bukkake come la massima espressione artistica del piacere, la donna dovrebbe essere capace di coinvolgere con le sue attenzioni almeno tre o quattro uomini, solleticandone le voglie con pratiche di sesso di gruppo che riescano a lasciare il segno, magari con spompinate vigorose e piacevoli, come del resto, con fantasie di masturbazione capaci di indurre un controllo sull’orgasmo.

Creando questa sensazione intensa e ingestibile, soprattutto dal momento in cui lo stimolo sia tale da far perdere la testa all’uomo: tuttavia, è importante che per la riuscita ottimale del bukkake, la donna si dedichi ad ognuno degli uomini con la giusta intensità, soddisfacendole le voglie in maniera tale da preparare tutti quanti ad un’esplosione simultanea di sborra, che dovrà colare essenzialmente sui capelli o il viso della donna.

Per esprimere nel migliore dei modi questo piacere travolgente, la donna deve quindi sottomettersi ai suoi donatori di sborra, i quali dopo essersi messi in cerchio, masturbandosi, potranno preparare il rito della sborrata, spruzzando ognuno dalla sua angolazione il rispettivo seme sulla donna messa al centro delle attenzioni, che di fronte ad uno stimolo simile non potrà che abbandonarsi alle voglie altrui.

 

A chi piace il bukkake

Potremmo dire che il bukkake sia una pratica essenzialmente indicata per quelle donne che non si sentono mai saziate in maniera sufficiente dalla sborrata del loro uomo, e che desiderano ricevere sborra a fiumi da diversi cazzi, che a mo’ di idranti del piacere innondano la gnocca di turno, quasi come se la stessa potesse essere guarnita della glassa della vita, del fiume di vitalità che i coglioni scaricano sulla protagonista della scena.

Si tratta di una forma di piacere che, tuttavia, può anche riscuotere consensi nel mondo omosessuale, proprio perché in questo caso un gruppo di uomini potrebbe, dopo esser stato accuratamente stimolato in precedenza, eiaculare abbondantemente sul corpo di un uomo sottomesso appunto a questa fontana della vita: non è quindi un’esclusiva femminile godere dei frutti del bukkake.

Chi gode con il bukkake

Per stabilire chi sia veramente a godere nella pratica del bukkake, bisognerebbe interrogarsi sostanzialmente su quale sia la più intensa sensazione di piacere tra il dominare una persona, sulla quale si finisce per riversare la propria sborra, e la soddisfazione di essere al contrario sottomessi al volere di un’altra persona, ricevendone in dono il prezioso seme, che nel caso di questa pratica proviene da più cazzi differenti.

A questo proposito, potremmo quindi definire che è la dimensione psicologica, quell’assoggettamento al volere di altri uomini, e il fatto di stimolarne il piacere e il raggiungimento dell’orgasmo, a sembrare la chiave di volta della soluzione di un quesito di questo tipo, giacché pure lo spirito di emulazione, nonché la condivisione di un’unica donna (o un solo uomo) su cui sborrare, potrebbero non essere sufficienti a spiegare la soddisfazione.

Di sicuro, poter immortalare una scena di questo tipo potrebbe essere una soddisfazione grandissima da parte dei partecipanti alla pratica di sesso di gruppo del bukkake, i quali potrebbero quindi intravvedere nella possibilità di sborrare sulla stessa persona un’occasione unica per rimarcare la loro supremazia nei confronti di altre persone, le quali si troverebbero così a poter unicare assistere all’esercizio del piacere.

Così come tutte le altre forme di sesso di gruppo, anche per il bukkake, ci sentiamo di suggerirvi di dedicarvi a questa forma di godimento erotico soltanto dal momento in cui siate pronti al giudizio di altri, nonché al fatto di essere visti da altre persone nel momento in cui liberate la vostra sborra su un’altra persona, permettendo ad altri di vedere ciò che state facendo senza alcun tipo di filtro o di barriera.

Prima di decidere di farvi tentare da questa prassi, pensate attentamente a quanto la stessa possa regalarvi emozioni intense, o ancora, a chi coinvolgete in un esercizio di questo tipo, giacché ritrovarvi con le persone sbagliate ad assaporare un momento come quello, potrebbe essere un’occasione perduta per vivere una forma di trasgressione che, difficilmente, potreste vivere in modo altrettanto travolgente in altre occasioni.

Lasciatevi quindi guidare dal vostro istinto quando deciderete di prendere parte (o meno) ad un esercizio eccitante ed esplosivo qual è quello del bukkake: soltanto in questa maniera, infatti, riuscirete a vivere nel giusto modo questa pratica erotica capace di accomunarvi nel momento in cui liberate il vostro seme, dimostrate alla persona sottomessa quanto vi piaccia sottometterla esprimendo la vostra supremazia a suon di sborrate.

I commenti sono chiusi