Sesso sul divano e Gomorra in tv

Ancora una volta sul divano

In questi giorni è iniziata di nuovo la nuova serie di Gomorra e sempre in questi giorni è tornata a casa la mia compagna dal suo lungo weekend di lavoro a Parigi. Oramai ci siamo entrambi abituati e, molto spesso, ci sentiamo per telefono per non far sentire la mancanza di uno all’altro.

Quel pomeriggio, dunque, era arrivata come di consueto con il taxi e si era fatta lasciare il più vicino al portone – dato che stava diluviando un’altra volta – e quindi cerco di raggiungere più velocemente il portone, senza bagnarsi troppo, anche se in realtà è stato quasi impossibile dato che non aveva neppure un ombrello con sé. Così, seguii tutta la scena dalla finestra e quando arrivò alla porta di casa era più bella che mai, tutta bagnata e sexy come sa esserlo sempre.

– Ciao amore, non potevo scegliere una giornata peggiore per ritornare a casa!

-Ciao Lidia, eeeh, lo so, purtroppo non ho fatto in tempo a scendere con l’ombrello!

-Non preoccuparti Marco, tanto avevo intenzione di farmi una doccia già quando ero sull’aereo.

Così la mia splendida Lidia, lasciò tutte le borse all’ingresso e si recò in bagno per un lungo e rilassante bagno caldo. Non la disturbai – sapevo che i viaggi in aereo l’agitavano sempre – e le feci godere il suo bagno caldo, mentre preparavo la cena.

-Amore, lo sai che oggi c’è Gomorra?

-Sì, lo so! Ce lo guardiamo sul divano insieme, va bene?

-Sì, amore!

Nel frattempo che preparavo la cena mi pregustavo già in mente la scena…noi due, sul divano e poi…

Dopo aver cenato, quindi, ci siamo piazzati sul divano a guardare la nuova stagione di Gomorra e lei era davvero sexy: indossava una splendida sottana color crema, niente reggiseno, e sotto aveva un stringatissimo slip, di quelli che mettono in mostra tutte le forme del lato B e della passera. Terminato il film, quindi, ho iniziato a spogliarla con gli occhi. Dopo alcuni minuti che la guardavo, mi sono reso conto che il mio cazzo aveva iniziato ad ingrossarsi e che oramai ero troppo eccitato per andarmene a letto così, senza neppure fare sesso sul divano!

Era così sexy che il cazzo mi esplodeva

Lidia, nel frattempo, si era alzata per spegnere la tv e, per farlo, si era chinata mettendo a nudo le sue splendide chiappe d’oro. Non appena poi si voltò verso di me, mi disse già con il suo sorrisetto stampato sulla faccia:

-Ti sono mancata, vero?

-Che domande Lidia, certo che sì!

-Ma ti è mancata anche la mia farfallina?

-Anche lei mi è mancata, tant’é vero che c’è qualcuno che vorrebbe volentieri riabbracciarla!

Così, si avvicinò a me, si mise in ginocchio sul nostro tappeto bianco tra le mie gambe ed abbassando lentamente il pigiama, prese il mio cazzo in mano ed iniziò a masturbarlo ed a pomparlo con la sua sensualissima bocca. Nel frattempo, io stavo la a godermela tutta e guardavo – quando possibile – il suo splendido seno esplosivo. Lidia porta una quarta abbondante e, di tanto in tanto, le lecco i capezzoli per farla eccitare. Quella sera, però, desideravo darle il bentornato come si deve e quindi, dopo qualche minuto la feci rialzare e mettere a gattoni sul divano.

Allora, poi, alzai la sottana e le piazzai il viso sulla passerà cercando di leccargliela anche con gli slip indosso. Non appena iniziai a sentire che si agitava, le misi anche un dito dentro, per capire se la sua figa era calda abbastanza da poter ospitare il mio super cazzo.

Quindi, lentamente puntai il cazzo sulla sua figa carnosa e lo spinsi forte, per farglielo inghiottire in un sol boccone dalla farfallina. Lei sobbalzò leggermente, ma poi fu ben felice di farsi scopare così vivacemente sul divano. Iniziai, quindi, a trapanarle così forte la figa che oramai non volevo più fermarmi, ma allo stesso tempo non volevo venire subito.

Così tolsi il cazzo, le sputai sul culo e poi le disse:

-Stasera si gode come i porci Lidia!

-Marco non ti fermare, continua!

Presi nuovamente il mio cazzo in mano, lo poggia sul buco del suo culo, le diedi anche due pacche du quelle chiappe così perfette e poi iniziai a spingerle il mio cazzo nel sedere. Inizialmente ho fatto piano e poi, dopo, quando ho sentito che oramai poteva sopportare di più il dolore, ho iniziato a muovermi molto più velocemente. Sentivo il mio cazzo stretto stretto nel suo culo e lei mugugnava come una maiala in calore.

A quel punto, quindi, per rendere il tutto ancor più eccitante, ho messo la mano sulla sua figa e poi due dita dentro. Lidia iniziò ad ansimare ancor più forte, più forte e ancora più forte, fino a quando poi non le ho sborrato direttamente nell’ano. Non appena tolsi il cazzo, la mia sborra le colò dal culo lungo la figa e tutto fu ancora più eccitante…

Televisione e sesso: spesso questo binomio non è eccitante, ma nel caso del racconto erotico di Marco, ci sono dettagli davvero hot.

Sesso sul divano e Gomorra in tv, di Marco di Avellino

Prima edizione: Luglio 2016, by Atlantia Media.

© copyright MMXVI by Atlantia Media. Tutti i diritti riservati

Taggato , , , , , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.