Mia moglie prova il sesso anale per la prima volta

In cucina si tromba bene

Dopo una lunga giornata di lavoro un po’ di relax lo ritrovo nella mia sala con angolo cottura dove, solitamente, vi è sempre mia moglie pronta a preparare chissà che cosa per cena. Un giorno, però, le ho rotto “le uova nel paniere” perché é capitato qualcosa di davvero eccitante, ma soprattutto divertente per me.

Era un venerdì pomeriggio ed ero tornato da lavoro più allegro del solito perché ero riuscito a terminare del lavoro che, oramai, mi stava dannando l’anima da diversi giorni. Non appena entrai a casa, sentii mia moglie che canticchiava al lavello mentre tagliata le verdure per l’insalata della cena. Si interruppe e mi salutò, come al solito, con un bacio sulla guancia.

Io poi andai dritto in bagno a cambiarmi e lavare le mani e poi ritornai velocemente al lavello della cucina, dove era lei, dandole una pacca sul culo.

-Allora tesoro, stasera cosa fai di buono?

-Insalata mista e petto di pollo alla griglia, tesoro!

-Ottimo!

Pensai subito che entrambe le cose si potevano fare davvero molto velocemente e che, quindi, c’era il tempo giusto per “giocare” un po’ con lei. Quindi, mi misi dietro alle sue spalle – sempre mentre lei tagliava i pomodori per l’insalata – e poi le allargai i pantaloni.

-Come stiamo qui di casa?

-Stupido, ma che fai?

-Niente una perlustrazione improvvisa!

Quindi, poi, misi entrambe le mani nelle sue mutande ed iniziai a toccarle le chiappe…quanto sono belle e sode! Ho continuato a giocare e lei, intanto, dicendomi paroline maliziose ha continuato a tagliare i pomodori fino all’ultimo. Terminato il suo lavoro in cucina, si è voltata e mi ha baciato, mettendomi la lingua in bocca.

Io ho partecipato volentieri e poi, sempre trattenendola per le chiappe, me la sono presa in braccio e l’ho adagiata sul bancone di marmo, dove facciamo colazione. A quel punto, dunque, ho tirato fuori il mio cazzo e lei ha iniziato a giocare con i suoi piedi, masturbandolo come se lo avesse tra le tette o tra le sue mani.

Il mio cazzo, quindi, ha iniziato a diventare rosso fuoco e si è ingrandito abbastanza (secondo le miei idee) per entrare bene nel suo buchino. Non intendo però il buco della fica, bensì quello del suo culo, che non ho mai provato.

Quindi, l’ho fatta girare dall’altro lato e le ho scostato il filo del perizoma, lasciando a vista la sua profumata figa ed il suo splendido buco del culo. Prima di passare all’azione, però, ho preferito giocare un po’ con il suo clitoride, così da farla bagnare al punto giusto.

Lei subito ha iniziato ad ansimare e poi le ho sputato poco prima del suo culetto, facendole colare la saliva dalla cima fino alla punta del clitoride. A quel punto, allora, ho pensato che era il momento giusto.

Aveva un culo da sfondare con il cazzo

Ho poggiato il mio cazzo infiammato sul buco del suo sedere e subito lei mi ha detto “che cosa vuoi fare stasera, giochi in modo diverso?”. Io quindi, le ho detto di non preoccuparsi e di rilassarsi, che l’avrei fatto provare qualcosa di nuovo nel suo buco del culo.

Quindi, dapprima, le ho poggiato la cappella e poi, successivamente, l’ho iniziata pian piano a spingere. La vedevo un po’ per volta scomparire nella morsa delle pieghette del suo culo, mentre le respirava rumorosamente, fino a quanto sono riuscito a spingere tutta la cappella dentro. A quel punto allora ho puntato un po’ di più e successivamente ho iniziato a muovermi avanti e indietro, mentre lei mi chiedeva di fare lentamente.

Intanto il mio cazzo godeva come un matto, stretto tra le parete del suo ano, e sentivo di volerlo muovere ancora di più, per poterlo scaricare interamente dentro di lei, in un unico colpo. Quindi, lentamente ho continuato a muovermi, aumentando sempre di più il ritmo e, a quanto pare, anche mia moglie oramai era riuscita ad entrare in sintonia con il sesso anale.

Dunque, dopo un paio di spinte belle forti e di andate avanti e indietro ho sentito pulsare sempre di più il mio cazzo nel suo ano, fino a quando non le sono scoppiato dentro con un urlo liberatorio.

Anche lei, in quel momento, ha sentito qualcosa di caldo ed intenso e non appena sfilato il cazzo dal suo culo ho visto tutta la sborra colare dapprima lungo la sua figa e poi gocciolante anche sul bancone.

A quel punto, terminata la scopata nel culo, le ho chiesto se le fosse piaciuto e lei, annuendo, mi ha detto:

-La prossima volta che cosa ti inventerai?

-Chi lo sai amore…

Adesso sto già pensado a qualcosa di nuovo per farla nuovamente impazzire a letto o, perché no, in cucina!

Ecco a voi il racconto erotico di Mario, un vero e proprio maestro del piacere, che ci ha consegnato una storia di sesso mitica.

Mia moglie prova il sesso anale per la prima volta, di Mario di Caserta.

Prima edizione: Agosto 2016, by Atlantia Media.

© copyright MMXVI by Atlantia Media. Tutti i diritti riservati

Taggato , , , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

5 risposte a Mia moglie prova il sesso anale per la prima volta

  1. teo dice:

    Wow bellissimo

  2. teo dice:

    Sarà stato difficile entrare in quel culo vergine, ma sarà stato più bello venirli dentro sei stato bravissimo

  3. Victor dice:

    Il sesso anale presenta delle difficoltò all’inizio, ma dopo ti ricambia con una carica di adrenalina che non ha uguali. Tutto ciò perchè normalmente non è praticato, quindi più desiderato. Inoltre quanto si sente (o si capisce ) di aver attraversato tutto il condotto dell’ano e trovato il vuoto si prova una violenta emozione che non ha uguali. Naturalmente tutto questo solo per i buon intenditori. Victor

  4. luigi dice:

    non sei stato il primo, troppo facile.

  5. Franco dice:

    E vero ho rotto il culo a mia cognata ,a prima tanta resistenza x il dolore con pianto ,e ora lo vuole ogni volta che la scopo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.