Di ritorno dalla spiaggia

Tra mare e godimento

Queste degli ultimi giorni sono veramente giornate bollenti, ma il desiderio di spassarmela con mia moglie non svanisce mai, né per me né per lei. Così dopo l’ennesimo pomeriggio trascorso nella piccola spiaggetta che dava sulla nostra casa al mare, siamo tornati in appartamento verso le 18:00, l’ora giusta per rinfrescarsi e poi andare in pizzeria a mangiare qualche trancio di pizza.

Quel pomeriggio il termometro segnava 30°C circa – nonostante fosse già pomeriggio inoltrato – ed io ero più eccitato che mai. Marika, la mia dolce metà, aveva messo in spiaggia uno strepitoso bikini due pezzi, con tanto di perizoma che tralasciava vedere la sua piccola stellina tatuata proprio in quell’area. Naturalmente, l’occhio non mi è caduto solo sul tatuaggio, dato che sfoggiava un lato B mozzafiato, sodo e rotondo, un culo che tutti vorrebbero sfondare ma che a volte rimane proibito per diversi motivi.

Chi non ha mai visto mia moglie dal vivo non può capire quanto il cazzo diventasse duro ogni volta che la vedevo alzarsi dal suo telo mare ed andare a bagnarsi i piedi in acqua o recarsi al bar con solo indosso il pareo turchese trasparente.

Così, non appena siamo tornati in casa, mi sono svestito – come di consueto – ma non sono entrato subito in doccia, bensì ho fatto finta di nulla recandomi da lei e chiedendole se avesse bisogno di una mano a sistemare qualcosa prima che mi lavassi.

Lei, con il suo solito modo di fare da gatta eccitante, mi ha detto di no ed ha iniziato a giocare con il mio coso e le mie palle. Dopodiché si è dolcemente inchinata e mi ha dato una slinguazzata lungo tutta l’asta del mio cazzo, insistendo sulla punta. In men che non si dica, mi sentivo sulla già sulla luna e volevo scoparla a tutti i costi. Senza dire nulla – lei mi conosce molto bene – mi ha spinto delicatamente sul divano e mi si è piazzata sopra ancora con quel suo delizioso bikini (che avrei voluto strapparle già con gli occhi).

Così abbiamo iniziamo a baciarci – sentivo ancora il sapore di sale sulla sua pelle – e pian piano ho iniziato a calare le mie mani sui suoi due dolci e piccoli seni, arrivano poi al suo strepitoso sedere. Mamma mia, quanto è bello! Mi piace sculacciarla ed ogni tanto anche lei ci sta, anche se poi mi riprende. Ma d’altronde, con quel culo sodo non si può fare a meno di farlo!

Una trombata indimenticabile

Lei, nel frattempo, ha continuato a giocare con il mio bollente cazzo, fino a quando poi non si è girata ed ha levato gli slip; allora lì è cambiato tutta la mia visione. Lei di spalle, il suo culo da urlo e la sua figa bollente che si strusciava sul mio cazzo. Ho iniziato subito a giocare con il suo clitoride, fino a sentire i suoi umori bagnare il mio uccello e poi l’ho penetrata, guidandola con i fianchi su e giù.

Entrambi eravamo molto eccitati ed io, così, le ho proposto un nuovo gioco erotico: le ho detto se potessimo fare sesso anale, proprio come quello che si legge sui vari racconti erotici che ho nel mio smartphone e che leggo, di tanto in tanto, di nascosto, quando lei non è a casa.



Inizialmente la vidi un po’ incerta, ma poi baciandomi sulle labbra mi sussurrò: “Proviamo questa nuova avventura, ma bada che se mi fai male niente più…” Non la feci neppure finire che avvicinai il mio pollice al suo ano e le dissi: “Proviamo così, prima con qualcosa di piccolo e poi….vedrai che ti piacerà.” E così fu…lei si lasciò cavalcare dal mio cazzo nel culo, fino a quando sentendolo scoppiare, le ho sborrato sulla schiena.

La scopata è stata favolosa, abbiamo sudato tremendamente, ma ci è piaciuto tantissimo, come sempre, perché d’altronde io non posso certamente fare a meno della sua passerotta e lei del mio uccellino.

Ebbravo il nostro Matteo, così preso dalla voglia di sesso da non fermarsi nemmeno con il caldo degli ultimi tempi: di certo la sua amichetta gli ha offerto tanti buoni motivi per scrivere una storia di sesso così coinvolgente.

Di ritorno dalla spiaggia, di Matteo di Livorno.

Prima edizione: giugno 2015, by Atlantia Media.

© copyright MMXV by Atlantia Media. Tutti i diritti riservati

Taggato , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

2 risposte a Di ritorno dalla spiaggia

  1. Anonimo dice:

    Questo si che rende le giornate al mare davvero interessanti……

  2. Anonimo dice:

    Dopo una bella giornata al mare ci voleva anche questo 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.