Storia di un marito felicemente cornuto

Mia moglie è meravigliosa

Io e la mia splendida Giovanna siamo sposati da 7 anni, anche se in realtà siamo stati fidanzati pure 5 anni ed entrambi siamo due tipi davvero molto tranquilli, ma soprattutto libertini, a cui piace divertirsi con il sesso, fatto anche a tre o in compagnia di una terza persona che “lavora” al posto mio. Insomma, per chi non l’avesse capito sono un cuckold, uno a cui piace guardare la moglie come viene scopata da un altro e che si eccita con lei, anche se non sono io ad avere in mano il gioco.

Molto spesso organizziamo degli incontri a casa nostra con persone – oramai di fiducia – che abbiamo conosciuto su internet o in locali dedicati per l’appunto alla tipologia di sesso che vi ho appena accennato. Qualche giorno fa, quindi, ci siamo organizzati con Giovanni, un giovane di 5 anni in meno di me (ho 38 anni) che sa veramente come muoversi quando ha in mano la mia donna.

Quindi, ci siamo dati appuntamento presso il nostro domicilio, verso le 11:00, orario perfetto tenendo conto che molti sguardi indiscreti del mio palazzo sono oramai già a letto! Giovanna conosce bene Giovanni anche perché ha parlato lei con lui la prima volta in chat, così da capire al meglio quali potessero essere le pratiche preferite da lui e quali da lei, ma soprattutto in questo modo lui ha potuto capire che cosa voglio vederlo fare con mia moglie completamente nuda sul letto.

Arrivata l’ora, Giovanna aveva indossato semplicemente una vestaglia di seta – senza niente sotto – io ero con un comodo pigiama e Giovanni si era presentato vestito sportivo come al solito, con la sua tuta da ginnastica dell’Adidas.

Appena entrato in casa gli ho dato il benvenuto e gli ho detto che la mia panterona lo aspettava già nella camera da letto. Quindi, senza farsi troppo sollecitare, ha iniziato a togliersi subito la parte superiore della tuta e poi è entrato nella camera. Io, invece, mi sono accomodato nella poltrona che giace nell’angolo della nostra camera da metto, ho abbassato i pantaloni e gli slip ed ho lasciato penzolare il mio pisello lì.

Giovavanni, invece, é passato subito all’azione con mia moglie, mettendogli una mano tra le gambe, scansando appena la sottana di seta. Lei subito iniziò a baciarlo lungo tutto il collo e poi arrivata all’ombelico si scansò per poter dare modo a lui di farla spogliare dalla “ingombrante” vestaglia.

Le leccava la figa come un dannato

Non appena fu nuda, la fece mettere in piedi sul letto, con le gambe divaricate e si mise sotto la sua passera, iniziandola a leccare come se non ci fosse un domani. Allargò con le mani le sue labbra, lasciando scoperto il clitoride ed alla mia vista e poi iniziò a leccarglielo e succhiarglielo in maniera tale che io potessi vedere bene la scena. Intanto, io, con la mia mano avevo iniziato a masturbarmi l’uccello che, ancora al momento, era abbastanza morbido.

Giovanna iniziava ad ansimare come una gatta in calore e, a tratti, aveva anche degli scossoni per l’eccitazione che gli provocava il mio giovane compagno mentre le succhiava il clitoride. Dopo un pochino, iniziò anche a sculacciarla e la fece mettere a pecorina su di lui, per fare un bel 69 e godere entrambi. Io avevo deciso di piazzare Giovanna con la faccia rivolta verso di me, così che potevo guardarla mentre si nutriva del nettare di quell’uomo e potevo notare quanto fosse realmente profonda la sua gola.

Dopo alcuni minuti trascorsi così, lei si spostò sul suo cazzo ed iniziò a cavalcarlo, come una cavallerizza sul proprio cavallo!

Saltava insieme a lei e lui le tratteneva il culo per farla agitare ancora di più sul suo cazzo nero. Il mio pisello, invece, oramai era duro quanto la pietra e non sapevo se continuare a masturbarlo o meno, fino a quando non ebbi l’idea di far fare alla mia Giovanna un po’ di sesso nel culo, quel suo culo tanto bramato da Giovanni che, sino ad oggi, non aveva mai potuto provare!

Feci piazzare Giovanna a ranocchia su Giovanni, le sussurrai all’orecchio di divertirsi, e poi la spinsi giù con le mie mani sul cazzo di Giovanni. Lei emise un urletto di dolore/piacere e poi pian piano iniziò a muoversi. Giovanni, invece, era in estasi perché non aveva mai provato a trombarsi Giovanna nel culo e quindi ci prese subito gusto e fece pure aumentare il ritmo di cavalcata alla sua donna per una notte.

Entrambi ansimavano, Giovanni aveva il cazzo gonfio di piacere e non vedeva l’ora di esplodere e quindi, dopo una mezza cavalcata dannata, la fece spostare e piazzare con la faccia verso il suo pisello, sborrandogli abbondantemente su tutto il seno ed il collo. Alcuni schizzi raggiungensero anche la sua bocca. Io, invece, avevo continuato a frastullarmi il cazzo ed avevo sborrato a terra mentre il suo buco del culo si allargava velocemente per via del mega pisello che la stava scopando sul mio letto.

É stata una sensazione bellissima e, come sempre, dico che sono cornuto, ma felicemente sposato!

Non c’è nulla di meglio di una bella trombata di fronte al marito cornuto: e Giuseppe ci ha offerto pure un racconto erotico unico.

Storia di un marito felicemente cornuto, di Giuseppe di Roma.

Prima edizione: Agosto 2016, by Atlantia Media.

© copyright MMXVI by Atlantia Media. Tutti i diritti riservati

Taggato , , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

5 risposte a Storia di un marito felicemente cornuto

  1. cesare dice:

    Ciao,ho fatto le stesse esperienze con mia moglie,anche in mia assenza con i maschietti che gli piacevano particolarmente;oggi abbiamo raggiunto i 70 e attraverso il Vs racconto rivivo quelle giornate.
    NON FATE L’ERRORE di smettere, anche se per poco,vostro malgrado vi allontanereste.

  2. Roby&Annette dice:

    Sposati da 22 anni l’essere cuckold ha ravvivato la nostra vita intima.Io mi eccito a vederla godere e poi una volta soli facciamo sesso con ardore.annette49@hotmail.it

  3. Mario dice:

    LA MIA GRAN TROIONA MA NN NE.VUOLE.SAPERE

  4. Claudio dice:

    Se ama i massaggi fatti in modo professionale ma profondi contattami

  5. roby&rita dice:

    Siamo cp cuck ormai 50enni ;la mia esp di cuck ha preso vita tre mesi dopo il matrimonio,allora 25enni.Fi fu una pausa per gravidanza,ma dopo tre anni,abbiamo ripreso “il nostro” gioco. E a tutt’oggi continua. Roby&rita solerosso1949@virgilio.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.